Chi siamo

Gli Improvedibili sono una compagnia di improvvisatori nati a Trento nel 2010. Ogni settimana si incontrano per “esercitarsi” (non è possibile parlare di “prove” in quanto non esiste un copione...) e allenare la loro fantasia e la loro capacità di ascoltare i compagni in scena e di costruire insieme in un gioco sempre nuovo e imprevedibile, quando al gioco si unisce il pubblico lo spettacolo prende forma e stupisce e diverte ogni volta gli attori per primi.

Gli Improvedibili si sono esibiti in varie occasioni, fra cui diverse edizioni di Università Autunno ed Estate, Notte Bianca di Pergine, Museo Tridentino di Scienze Naturali, stagione Punto Cabaret del 21.1, Inaugurazione di Sanbapolis, Centro Teatro del Comune di Trento, Teatro di Spormaggiore, Cene “il gusto di conoscersi” dell’Università degli Studi di Trento, Rassegna “WSA e Territorio” a Trento, "Teatro d' Estate 2014" 20° festival del teatro amatoriale U.I.L.T., "Estate al Pippo" Bolzano etc.

La regia è di tutti e di nessuno, quindi non è possibile indicare un regista.
Lo spettacolo degli Improvedibili è uno spettacolo costruito nel qui ed ora: mai prevedibile, mai ripetibile! Non esiste copione e non esiste nemmeno un canovaccio: si gioca tra attori sul palco e soprattutto con il pubblico che fornisce ispirazioni e indicazioni per le scene. Uno spettacolo che si costruisce di brevi “giochi” e scene più articolate, sempre seguendo il filo del divertimento e della comicità.
Ogni spettacolo esiste solo sul palco, creato attraverso la collaborazione di un affiatato gruppo di attori e la sua fantasiosa spontaneità. Un misto di scene teatrali costruite con la complicità del pubblico che fornisce i suggerimenti e i temi che sfociano in storie reali e surreali popolate da infiniti personaggi. 

Le esigenze tecniche sono contenute: uno spazio di esibizione di almeno 3mt x 5mt, illuminazione frontale fissa (piazzato bianco). In ambiente chiuso o esterno ma raccolto non è necessaria amplificazione, in caso di esibizione all’aperto è necessaria amplificazione con microfoni ad archetto.

Un po’ di storia dell’improvvisazione.
Per improvvisazione teatrale si intende una vasta gamma di spettacoli teatrali sviluppatisi a partire dal secondo ‘900 in cui sia del tutto o quasi interamente assente un testo scritto su cui gli attori si basino per le loro interpretazioni.
L’improvvisazione teatrale nasce grazie all’operato di alcune figure fondamentali come Viola Spolin, Keith Jonstone, Robert Gravel, Del Close e si riferisce a tutti quegli spettacoli recitati senza copione, in cui i protagonisti sono contemporaneamente attori, registi e autori di ciò che mettono in scena.
Il fascino che l’improvvisazione teatrale esercita sul pubblico origina dalla contemporaneità tra la nascita dell’evento artistico e la fruizione dello stesso, dalla consapevolezza insomma della compartecipazione a un evento creativo.